Attualità

EMERGENZA MEDIATICA. IL FORUM DELLE FAMIGLIE LANCIA UNA CONTRORIVOLUZIONE CULTURALE PER IL RITORNO DEI VALORI POSITIVI NEI MEZZI DI COMUNICAZIONE

(tratto da ‘Vita e Famiglia’ del 3.11.2010)

Un aspetto tutt’altro che secondario dell’emergenza educativa è rappresentato dall’‘emergenza mediatica’. Che la TV e Internet esprimano per lo più contenuti e messaggi negativi, è un’ovvietà. Molto meno scontata è la comprensione profonda dei meccanismi sottili con cui i disvalori vengono inculcati nella mente del minore (spesso anche dell’adulto!) e di quali possano essere i rimedi. Leggi il testo completo >>


IL SILENZIO SULLE PERSECUZIONI

di Angelo Panebianco

(tratto dal Corriere della Sera del 11.11.2010)

Dopo l'attacco di gruppi riconducibili ad Al Qaeda contro una chiesa di Bagdad che provocò cinquanta morti e un centinaio di feriti il 31 ottobre scorso, una nuova ondata di attentati ha preso di mira, questa volta, le case abitate da cristiani: il bilancio provvisorio, probabilmente destinato a salire, è di almeno tre morti e decine di feriti. In Iraq è caccia aperta ai cristiani e, come dice monsignor Matoka, arcivescovo siro-cattolico di Bagdad, «il governo non fa nulla per fermare gli attentati». Leggi il testo completo >>


IN EUROPA E USA VITA E FAMIGLIA TORNANO AL CENTRO DELL’ATTENZIONE

In queste ultime settimane due buone notizie per la vita nascente e per la famiglia naturale.

Il Parlamento Europeo ha bloccato i finanziamenti per le associazioni che promuovono aborto e sterilizzazioni.

Negli Stati Uniti l’autorevole rivista Foreign Policy ha affermato che la vera bomba che minaccia il Pianeta è il crollo demografico, e per evitarla bisogna tornare a far nascere tanti bambini e bambine. Leggi il testo completo >>


LA POSIZIONE DEI CATTOLICI A PROPOSITO DI IMMIGRAZIONE

Intervista di Emanuele Pozzolo a Massimo Introvigne

(tratta da ‘La Padania’ del 25 agosto 2010)

PROFESSOR INTROVIGNE IN QUESTI GIORNI SI È FATTO UN GRAN PARLARE DELLA POSIZIONE DEI CATTOLICI A PROPOSITO DELL’IMMIGRAZIONE: CI AIUTI A FARE UN PO’ DI CHIAREZZA, QUAL È LA POSIZIONE UFFICIALE DELLA CHIESA CATTOLICA SU QUESTO PUNTO? Leggi il testo completo >>


TUMORI, ECCO PERCHÉ SONO IN AUMENTO

di Vera Martinella (Fondazione Veronesi)

MILANO - Un aumento stimato del dieci per cento negli ultimi dieci anni e 270mila nuovi casi scoperti solo nel 2010. La prevenzione tramite gli screening per la diagnosi precoce, però, funziona a singhiozzo. È la fotografia dello stato dei tumori in Italia scattata nei giorni scorsi a Roma durante il convegno "Comunicare per prevenire" organizzato dal ministero della Salute e dalla Lega italiana per la lotta contro i tumori (Lilt) per presentare i dati della campagna condotta in alcune regioni per sollecitare l’adesione agli screening di diagnosi precoce. Le cause dell’aumento nell’incidenza dei tumori? Leggi il testo completo >>


MODIFICA DEI TRATTATI: IMPRESA AD ALTO RISCHIO

di Paolo Cacace (*)

Per l'analista del Centre for european reform si apre per l'Unione europea ‘una partita pericolosa a livello diplomatico e legale’. La sofferta decisione dei capi di Stato e di governo dei “Ventisette” di dare il disco verde ad un processo destinato a creare un meccanismo permanente di gestione delle crisi dei debiti sovrani nonché a rafforzare le sanzioni nei confronti dei paesi membri che non tengono sotto il controllo il debito pubblico ha suscitato contrastanti reazioni.Leggi il testo completo >>


FEDE E SCIENZA? POSSONO E DEVONO ANDARE D’ACCORDO!

1° convegno dell’Associazione Italiana Ginecologi e Ostetrici Cattolici
16.11.2010 Policlinico Gemelli - Roma


(tratto da ‘Vita e Famiglia’ del 27.10.2010)

Giuseppe Noia: un nome tra tanti, ma che per molti genitori ha rappresentato e rappresenta la possibilità di stringere il proprio bambino tra le braccia. Un ginecologo di rara capacità e sensibilità, un dono per centinaia di famiglie. Pino Noia (foto) - come amichevolmente si fa chiamare nell’ambiente medico - rappresenta oggi l’eccellenza in ambito prenatale.Leggi il testo completo >>


QUANT'È LONTANA PORTA PIA?

Dopo 150 anni anche lo Stato e la Chiesa celebrano una nuova Unità

di Gaetano Quagliariello

(tratto da ‘Lo Stato perfetto’, rivista on line di politica e cultura)

Le peculiarità della nostra storia nazionale, riconducibili a un processo di unificazione del paese condotto contro la Chiesa e anticlericale nella sua essenza, danno sin da subito la dimensione della complessità intrinseca dei rapporti tra politica e religione in Italia. Per più di un secolo, sebbene con modalità e intensità diverse, Stato e gerarchie ecclesiastiche sono stati parti opposte di uno scontro dialettico per la definizione di un equilibrio tra la sfera temporale e quella spirituale che tenesse conto tanto delle esigenze istituzionali quanto della sensibilità cattolica fortemente radicata in tutto il paese. Leggi il testo completo >>


"LUCE DEL MONDO": IL PAPA SI RACCONTA.

Benedetto XVI, "Luce del mondo. Il Papa, la Chiesa e i segni dei tempi. Una conversazione con Peter Seewald", Libreria Editrice Vaticana, Città del Vaticano, 2010, pp. 284

L’atteso libro-intervista di Benedetto XVI, sarà nelle librerie dei cinque continenti, in varie lingue, a partire da martedì 23 novembre. Leggi il testo completo >>


SI APRE PER LA SERBIA LA PROSPETTIVA EUROPEA

di Matteo Fornara (Rappresentanza UE a Milano)

Il Consiglio europeo ha dato il via libera all'apertura del processo di adesione con la Serbia: la Commissione dovrà esprimere un parere sulla candidatura serba, presentata alla fine dell'anno scorso.
Leggi il testo completo >>


OGNI FECONDAZIONE IN VITRO DEVE ESSERE VIETATA DALLO STATO

Lo dicono i vescovi. Polacchi

Comunicato Stampa N. 90 del Comitato Verità e Vita – ottobre 2010


Ogni fecondazione artificiale deve essere proibita dalle leggi dello Stato, perché sacrifica esseri umani innocenti. Per sei anni lo ha detto e ripetuto una piccola associazione pro-life italiana, fondata nel 2004, che si chiama Verità e Vita. Oggi lo dicono –molto più autorevolmente- i vescovi polacchi, e lo spiegano a chiare lettere, con toni che purtroppo non eravamo più abituati ad ascoltare.
Leggi il testo completo >>


IL “CASO SARAH” - USCIRE DALLA BARBARIE

(tratto da Agenzia SIR del 19.10.2010)

Centinaia di persone che si recano in “pellegrinaggio” ad Avetrana per il gusto di trovarsi “sul set” di una tragedia – ancora oggi, senza interruzioni, sotto i riflettori dei media – che con il passare dei giorni e delle ore rivela uno scenario sempre più complesso e difficile da districare, anche dopo la confessione dello zio di Sarah Scazzi, Michele Misseri, il passaggio di sua figlia, Sabrina, da persona “informata sui fatti” ad indagata e l’interrogatorio della madre di quest’ultima, nonché moglie dell’omicida, Cosima. Anna Oliverio Ferraris, docente di Psicologia dello sviluppo all’Università “La Sapienza” di Roma, ...
Leggi il testo completo >>


GLI INCONTRI DI NORCIA 2010 IL PAPA HA FATTO INCONTRARE CAPITALISMO E DOTTRINA SOCIALE DELLA CHIESA

di Gaetano Quagliariello

(tratto da www.loccidentale.it del 13.10.2010)


Con Benedetto XVI viene meno quella distinzione che a lungo ha legittimato l'intervento politico del cosiddetto "riformatore cattolico". Non c'è più un prima e un dopo: non c'è il processo capitalistico che provoca ingiustizie e il riformatore cattolico che successivamente deve agire per mettervi riparo; al contrario, tra l'agire economico e l'agire politico deve esserci una piena integrazione.
Leggi il testo completo >>


SONO I PRINCIPI-BASE DELLE BANCHE POPOLARI A RAFFORZARE IL TRENTINO

di Giuseppe De Lucia Lumeno*

(tratto da www.loccidentale.it del 13.10.2010)


L’economia delle province autonome di Trento e di Bolzano, pur risentendo in misura significativa della crisi internazionale, ha registrato, nel 2009, un calo del prodotto interno lordo, comunque, più contenuto di quello nazionale. Questa performance è stata sostenuta dall’ampio peso del settore dei servizi, dal buon andamento dei flussi turistici, e dalla struttura diversificata del settore produttivo.
Leggi il testo completo >>


46ª SETTIMANA SOCIALE

Prolusione del card. Angelo Bagnasco

I “valori non negoziabili” indicati dal Papa “non sono divisivi, ma unitivi ed è precisamente questo il terreno dell’unità politica dei cattolici”. Lo ha detto il card. Angelo Bagnasco, presidente della Cei, aprendo il 14 ottobre a Reggio Calabria la 46ª Settimana Sociale dei cattolici italiani. “È questa – ha proseguito il cardinale – la loro peculiarità e l’apporto specifico di cui sono debitori. Su questa linea, infatti, si gioca il confine dell’umano. Su molte cose e questioni ci sono mediazioni e buoni compromessi, ma ci sono valori che non sono soggetti a mediazioni perché non sono parcellizzabili, non sono quantificabili, pena essere negati”.
Leggi il testo completo >>


PERSECUZIONI ANTICRISTIANE: I CRISTIANI SONO I PIÙ PERSEGUITATI AL MONDO

(tratto da www.corrispondenzaromana.it del 9/10/2010)

È quello cristiano il gruppo religioso più perseguitato nel mondo. Su 100 morti per crimini legati alla religione, 75 sono di fede cristiana. Il numero totale di credenti discriminanti è di circa 100 milioni di persone. Si stima che siano stati martirizzati più cristiani nel ventesimo secolo che in tutti i 1.900 anni precedenti.
Leggi il testo completo >>


CATTOLICI IN POLITICA SENZA COMPLESSO INFERIORITÀ

(tratto da Apcom del 14.10.2010)

Il Papa rinnova "l'appello perché sorga una nuova generazione di cattolici, persone interiormente rinnovate che si impegnino nell'attività politica senza complessi d'inferiorità", nel messaggio alla Settimana sociale a Reggio Calabria.
"Tale presenza, certamente, non s'improvvisa; rimane, piuttosto, l'obiettivo a cui deve tendere un cammino di formazione intellettuale e morale che, partendo dalle grandi verità intorno a Dio, all'uomo e al mondo, offra criteri di giudizio e principi etici per interpretare il bene di tutti e di ciascuno", prosegue Benedetto XVI. "Per la Chiesa in Italia, che opportunamente ha assunto la sfida educativa come prioritaria nel presente decennio, si tratta di spendersi nella formazione di coscienze cristiane mature, cioè aliene dall'egoismo, dalla cupidigia dei beni e dalla bramosia di carriera e, invece, coerenti con la fede professata, conoscitrici delle dinamiche culturali e sociali di questo tempo e capaci di assumere responsabilità pubbliche con competenza professionale e spirito di servizio. L'impegno socio-politico, con le risorse spirituali e le attitudini che richiede, rimane una vocazione alta, a cui la Chiesa invita a rispondere con umiltà e determinazione".


LA FORZA DELLA VITA CHE SCONFIGGE IL MALE

di Gianfranco Amato

(tratto da www.corrispondenzaromana.it del 13.10.2010)


La Provvidenza, o il caso per chi non crede, si è incaricata di dare un altro duro colpo ai sostenitori del suicidio assistito in Gran Bretagna. Lo ha fatto attraverso la vicenda della guarigione di Graham Miles, affetto dalla sindrome neurologica chiamata “locked-in” (imprigionato dentro), che lo ha paralizzato dalla testa ai piedi, costringendolo in quella condizione che i giudici della prima sezione civile della Corte d’Appello di Milano avrebbero considerato «vita non degna di essere vissuta», in quanto priva di una «pienezza di facoltà motorie e psichiche» (decreto 9 luglio 2008 sul caso Englaro). Leggi il testo completo >>


LA PRESCRIZIONE

di Gianni Pardo

(tratto da www.illegnostorto.it del 12.10.2010)


La prescrizione non è, come le attenuanti e soprattutto le esimenti, un beneficio concesso all’imputato. È una regola che lo Stato impone a se stesso, in vista di due beni primari: la certezza del diritto e il diritto del cittadino alla propria tranquillità. La certezza del diritto vuole che le situazioni, dopo un certo lasso di tempo, siano considerate chiarite. È per questo che, nel diritto civile, esiste l’usucapione: chi potrebbe mai dimostrare di essere il legittimo proprietario di casa propria, se con la documentazione dovesse risalire indietro di un paio di secoli? Nel campo penale, finché qualcuno è accusato di un delitto, si ha un doppio danno. Leggi il testo completo >>


AI GIOVANI VA INSEGNATO CHE LE GRANDI VIRTÙ ACCENDONO LA FANTASIA, L'ENERGIA, I SOGNI E GLI ORIZZONTI

di Marco Lodoli

Natalia Ginzburg, grande scrittrice oggi forse poco ricordata e poco letta, nel libro Le piccole virtù così ragionava: “Per quanto riguarda l’educazione dei figli, penso che si debbano insegnare loro non le piccole virtù, ma le grandi. Non il risparmio, ma la generosità e l’indifferenza al denaro; non la prudenza, ma il coraggio e lo sprezzo del pericolo; non l’astuzia, ma la schiettezza e l’amore alla verità; non la diplomazia, ma l’amore al prossimo e l’abnegazione; non il desiderio del successo, ma il desiderio di essere e sapere”. Con le piccole virtù si rischia di scivolare in fretta nel cinismo, nella paura di vivere, si rischia di pesare il mondo e la vita sulla bilancia della convenienza. Leggi il testo completo >>


TURCHIA: SEMPRE MENO EUROPEA E PERICOLOSAMENTE VICINA ALL'IRAN

di Carlo Panella

(tratto da www.illegnostorto.it del 18.9.2010)


Erdogan ha stravinto, per la quarta volta, il consenso popolare, però le metropoli della Turchia europea (Istanbul, Smirne Antalya) gli hanno votato contro e – ultimo, ma non per ultimo – il grande blocco sociale laico e modernista della Turchia non ha una sua rappresentanza politica adeguata: questi sono i tre punti chiave dell’analisi del voto referendario per le modifiche costituzionali appena concluso nel paese.
Leggi il testo completo >>


SALVATA SAKINEH MA LAPIDATO IL MEDIOEVO

di Antonio Socci

(tratto da “Libero” del 9 settembre 2010)


C’è un diritto all’ignoranza, ma per la povera gente che non ha potuto studiare, non per i premi Nobel, né per i “maestri del pensiero” che pontificano dalle prime pagine dei giornali prendendo topiche imbarazzanti.
Leggi il testo completo >>


NOBEL AL PADRE DELLA FECONDAZIONE IN PROVETTA.

(tratto da www.tiscali.it)

La Chiesa cattolica, pur riconoscendo l'"importante scoperta scientifica" del prof. Robert Edwards, ricorda "che la fecondazione in vitro suscita gravi interrogativi morali quanto al rispetto della vita umana nascente e alla dignità della procreazione umana". A esprimere questo giudizio sull'assegnazione del Premio Nobel per la Medicina al "papà dei bambini in provetta, è mons. Roberto Colombo, docente della Cattolica di Milano e membro della Pontificia Accademia della Vita e del Comitato nazionale di bioetica.
Leggi il testo completo >>


I MUSULMANI DEVONO FARE I CONTI CON LA VIOLENZA DEL CORANO

Scritto da Tawfik Hamid

(tratto da www.loccidentale.it del 10.9.2010)


Nell’Islam, le parole “moderato” e “radicale” sono termini relativi. Senza una loro definizione è virtualmente impossibile sconfiggere il radicalismo e sostenere quello moderato. L’Islam radicale non è limitato al solo atto di terrorismo; esso infatti include anche l’accettazione di quegli insegnamenti all’interno di una religione che promuovono odio e solo alla fine generano il terrorismo. Coloro che limitano la definizione dell’Islam radicale al terrorismo stanno in realtà ignorando – e indirettamente approvando – gli insegnamenti della Shariah che autorizzano l’uccisione degli apostati, la violenza contro le donne e i gay, e l’antisemitismo.
Leggi il testo completo >>


RICCHI & POVERI

Di Umberto Brindani

(tratto dall’Editoriale del settimanale ‘Oggi’ del 17.9.2010)


Questa settimana vorrei parlarvi di Zlatan Ibrahimovic e della signora Antonella. Immagino che sappiate chi è il primo: Ibra è uno dei giocatori di calcio più forti del mondo e in assoluto il più pagato in Italia, tra stipendio e attività collaterali. Ogni mattina, quando gli suona la sveglia, è come se si ritrovasse sul comodino della camera da letto un mazzo di bigliettoni pari più o meno a 50 mila euro. Ogni giorno. Per 365 giorni all’anno. La signora Antonella, invece, è una mamma calabrese, divorziata, con due figli disoccupati e uno stipendio di 700 euro al mese: lei ogni mattina, sul comodino, trova 23 euro. E siccome non ce la fa più a tirare avanti, ha scritto a Oggi chiedendo aiuto: altrimenti, ha già deciso che venderà un rene. Ecco, siamo un Paese straordinario, dove riescono a convivere gli Ibra e le Antonelle.
Leggi il testo completo >>


LA RIVOLUZIONE DI ZAPATERO: ANCHE LE LESBICHE POSSONO ACCEDERE ALLA FECONDAZIONE ARTIFICIALE

(tratto da www.corrispondenza Romana del 4/9/2010)

La rivoluzione iniziata in Spagna nel 2004 con l’elezione del socialista José Luis Rodriguez Zapatero non sembra destinata a fermarsi. A solo un mese dalle sconcertanti rivelazioni del quotidiano “L’Avvenire” che, in un articolo del 23 luglio, denunciava l’operato di una clinica spagnola impegnata nella “donazione” di embrioni congelati senza il consenso dei genitori biologici, il Partito Socialista Spagnolo ha presentato una nuova proposta.
Leggi il testo completo >>


I GIOVANI HANNO TAGLIATO I PONTI CON LA POLITICA E SI PREOCCUPANO SOLO DELLA PROPRIA SOPRAVVIVENZA

di Marco Lodoli

Ricordo che in un lontano pomeriggio della prima metà degli anni Settanta mio fratello, dieci anni più di me, mi guardò dritto negli occhi e mi disse: “Tu chiacchieri, critichi, spari giudizi, ma lo sai chi è il Presidente del Consiglio?” E io, sedicenne petulante, d’improvviso rimasi zitto. Non sapevo chi era il Presidente del Consiglio, forse era un Rumor terzo, o un Andreotti quarto, o un Colombo bis? Per me erano intercambiabili, mi pareva che la vita vera scorresse altrove, che anche la politica, intesa come fermento sociale, come discussione e confronto, avvenisse in altri luoghi, nella scuola, nei cineclub, nelle piazze, a casa degli amici: di sicuro non nelle tribune politiche, non in quel grigiore indistinto.
Leggi il testo completo >>


CORRADO AUGIAS SU REPUBBLICA ACCUSA IL PAPA DI ESSERE LONTANO DAI PROBLEMI REALI

di Roberto Colombo

(tratto da www.bastabugie.it del 24.9.2010)


Nella sua rubrica su La Repubblica, rispondendo ad una lettera, ieri Corrado Augias titola che “Il Vaticano è lontano dai problemi reali”. Il riferimento è al messaggio del Papa per la XXVI Giornata Mondiale della Gioventù, già oggetto di incomprensioni e critiche da parte della stampa. Il commentatore se la prende con quello che chiama «il vero handicap della Chiesa di Roma», ossia «il distacco dai problemi reali» della gente (in questo caso, dell’occupazione giovanile), e, con tono da professore dinnanzi ad uno suo studente, asserisce che «questo Papa continua ad esprimersi male» (ecco il motivo per il quale non lo comprendono, lo fraintendono).
Leggi il testo completo >>


LA CHIESA ORFANA DI UN GRANDE ESEGETA: RAIMUNDO PANIKKAR (1918 - 2010)

di Eduardo Ciampi (insegnante di lingua e letteratura inglese, consulente bibliografico, traduttore, articolista, e saggista)

Il 26 agosto si è spento in Spagna, il teologo e sacerdote cattolico Raimundo Panikkar. Nato da padre indiano (induista) e da madre spagnola (cattolica), maturò precocemente una particolare attenzione ed un forte senso di rispetto per le tradizioni religiose diverse dalla propria.
Vicino, in gioventù, all’esperienza secolare dell'Opus Dei, Panikkar instaurò una stretta relazione con Escrivá de Balaguer, finché non si decise per l'ordinazione sacerdotale. Laureatosi in lettere e filosofia a Madrid, e poi in teologia a Roma, a 36 anni si reca in missione apostolica in India.
Leggi il testo completo >>


ABORTO: L’ETICA EUROPEA NELLE MANI DEI TRIBUNALI

(tratto dal sito www.corrispondenzaromana.it)

In Spagna, nel mezzo di una gravissima crisi economica e sociale che mette sempre più in discussione tra la società civile il modello di governo socialista, il leader Luis Zapatero ha inflitto al Paese un ulteriore durissimo colpo alla civiltà della vita: è appena entrata in vigore la nuova legge normativa di riforma sull’aborto, che de facto rende lo stesso una banalissima pratica sciolta del tutto da ogni vincolo etico morale di rispetto per la persona umana. Leggi il testo completo >>


L’OBIEZIONE DI COSCIENZA NEL MIRINO DEL PARLAMENTO EUROPEO

di Gianfranco Amato

(tratto dal sito www.culturacattolica.it)


Nella prossima sessione plenaria del Parlamento Europeo, che si terrà dal 4 all’8 ottobre 2010, verrà posta in discussione la risoluzione “Women’s access to lawful medical care: the problem of unregulated use of conscientious objection” (AS/Soc (2010) 18 - del 21 maggio 2010), già approvata a maggioranza in Commissione Affari Sociali, Salute e Famiglia lo scorso 22 giugno scorso. Già il titolo della risoluzione appare eloquente: “Accesso delle donne a cure mediche legali: il problema di un uso non regolamentato dell’obiezione di coscienza”. Leggi il testo completo >>


A 4 ANNI DALLA SCOMPARSA DI ORIANA FALLACI – 15.9.2006

Sono passati 4 anni da quella data ma il suo pensiero e la sua voce risuonano ancora nei nostri cuori con la forza del messaggio che trasportavano, a volte forse violento ma sempre sincero ed ispirato, coraggioso e spesso anticipatore: le parole che seguono sono il nostro modo per ricordarla ed onorarla. Leggi il testo completo >>


INTERVISTA CON MONS. ALBERT ROUET

Arcivescovo di Poitiers, mons. Albert Rouet è una delle figure più libere dell'episcopato francese. La sua opera J'aimerais vous dire (Bayard, 2009) è un best-seller nella sua categoria. Più di trentamila copie vendute e vincitore del premio 2010 dei lettori di La Procure, questo libro-intervista getta uno sguardo molto critico sulla Chiesa cattolica. In occasione della Pasqua, mons. Rouet offre le proprie riflessioni sull'attualità e la sua diagnosi sulla Chiesa.
Leggi il testo completo >>



Europa Cristiana Onlus - Iscritta all'anagrafe unica delle Onlus dal 28/05/2008 - CF:07826011004

Sede legale: Via Cernaia, 23 - 00185 Roma - Sede operativa: Via Savoia, 82 - 00198 Roma

info@europacristiana.org